La storia comincia con “Nonno Francesco”, Cavaliere di Vittorio Veneto, che, reduce dalla Prima Guerra Mondiale, torna nella sua casa di Crecchio dove, spinto dalla passione e dalla voglia di progredire, reimpianta i frutteti e i primi vigneti a filari. Più tardi avvia una cantina e un piccolo frantoio. I risultati sono lusinghieri perché, a partire dagli anni trenta, riceve numerosi premi e riconoscimenti per le sue capacità innovative.

Il figlio Armando eredita la passione per l’agricoltura e per l’enologia. Esercita l’attività libero professionale di agronomo, collabora con il padre alla gestione dell’azienda agricola, promuove, in qualità di Presidente, la fondazione e l’avvio della Cantina Sociale di Crecchio, partecipa alla amministrazione del Consorzio di imbottigliamento vini Citra. Riceve numerosi riconoscimenti al merito della tecnica agricola e attestati di riconoscimento per il progresso sociale determinato dal suo impegno nel mondo della cooperazione e dell’enologia.

Con Francesco arriva la terza generazione. Egli, pur seguendo le attività familiari, avvia imprese attive nel campo della sostenibilità ambientale fino a quando i figli Riccardo e Paola esprimono il desiderio di rilanciare la storia, i valori della tradizione e l’antica passione familiare: così vengono rinnovati alcuni vigneti e oliveti e avviata una produzione selezionata di vini e olio destinati direttamente a una fedele clientela selezionata.

Le nostre tenute

La Location

L’Azienda Agricola D’Alessandro si estende per circa quindi ettari, coltivati a viti, oliveti, noceti e parte boschiva.

I vigneti si trovano tra i comuni di Crecchio ed Arielli (Ch), in zona collinare con ottima esposizione al sole.